continua Questo sito utilizza i cookie per analisi statistiche: continuando la navigazione ne accetti l'uso.
Il pensiero critico italiano
Scrivere di cinema dal dopoguerra al web
Convegno di studi, Parma, 4-6 Giugno 2018

Critica e civismo. Il caso del Circolo del cinema Zavattini di Reggio Calabria

Federico Giordano (Università Telematica San Raffaele)
La presenza e l’impatto dei cineclub sulla cultura cinematografica nazionale odierna sono considerati essere notevolmente ridotti rispetto al periodo di massima espansione, risalente ormai a più di un cinquantennio addietro, tuttavia sussistono alcune situazioni locali che sembrerebbero non corrispondere a questo luogo comune. In particolar modo in localizzazioni periferiche rispetto alle principali situazioni urbane o metropolitane nazionali i cineclub continuano ad esercitare un ruolo di formazione culturale e civica rilevante, e un ruolo vicario rispetto ad una situazione distributiva, d’esercizio lacunosa e alla scarsa presenza di iniziative di promozione della critica cinematografica. Fra le iniziative più rilevanti in questo senso vi sono quelle messe in opera il circolo del cinema Zavattini di Reggio Calabria, attivo da venticinque anni, e capace di adeguare alle nuove pratiche della cinefilia e alle nuove forme della critica la propria azione. Lo Zavattini si situa in una situazione locale di forte presenza cineclubistica, collocandosi fra gli eredi dello storico circolo del cinema Sequenze (punta di diamante della cinefilia meridionale nel corso degli anni Cinquanta e  capace di entrare nel cuore del dibattito cinefilo nazionale attraverso la pubblicazione della rivista Cineclub), avendo oggigiorno un ruolo guida all’interno del movimento cineclubistico nazionale (lo storico fondatore del circolo Paolo Minuto è stato per anni presidente della Federazione Italiana Circoli del Cinema e della International Federation of Film Societies). Forte di questa tradizione, servendosi di un gruppo dirigente al quale partecipano anche cinefili di giovani generazioni, il Circolo Zavattini ha saputo promuovere iniziative di critica non stantie, come spesso sono tacciate essere quelle dei cineclub. L’intervento che qui si propone vorrebbe ricostruire il percorso del circolo del circolo Zavattini e la sua metodologia di critica estetica e di partecipazione civica attraverso una ricerca presso l’archivio del Circolo stesso e le testimonianze rilasciate dai principali animatori del cineclub.

6 Giugno

Pomeriggio

4 Giugno

Mattino
Nausica Tucci (Università della Calabria)
I generi del discorso. La riflessione critica ai tempi del web
Angela Maiello (Sapienza Università di Roma)
L'analisi del racconto, la teoria del formato. Critica online e serie tv
Massimiliano Coviello (Università di Siena)
Una rete di oggetti teorici. La critica cinematografica sul web
Bruno Roberti (Università della Calabria)
La forma-conversazione nella pratica critica
Luca Venzi (Università di Siena), Luca Venzi (Università di Siena)
777
Luca Venzi (Università di Siena), Luca Venzi (Università di Siena), Luca Venzi (Università di Siena)
777
Lucia Cardone (Università di Sassari)
Oriana Fallaci. Scritture mordaci sul cinema italiano
Elena Porciani (Università della Campania)
Elsa Morante al cinema (1950-1951)
Pomeriggio
Elisa Mandelli (Link Campus University), Valentina Re (Link Campus University)
«Le belle donne ci piacciono. E come!» Mascolinità e rapporti di genere in “Cinema nuovo” (1952-1958)
Gabriele Landrini (Sapienza Università di Roma)
Critica cinematografica e riviste maschili: il caso di “Bigfilm”
Corinne Pontillo (Università di Catania)
“Il Politecnico” tra critica cinematografica e divulgazione
Marco Zilioli (Università di Bologna)
Il cinema nella rivista “Pattuglia” (1947-1953)
Alessandro Canadè (Università della Calabria)
Sfondi critici. De Santis, “Cinema” e la nascita del neorealismo
Simona Busni (Università della Calabria)
Il mistero dell'immagine: Antonioni critico
Antonio Capocasale (Università della Calabria)
Pensare più uno. Invenzione e vis critica di Zavattini
Alessia Cervini (Università di Palermo)
Bazin e la critica cinematografica italiana
Francesco Ceraolo (Università della Calabria)
Oltre la semiologia. Pasolini critico cinematografico

5 Giugno

Mattino
Carlo Ugolotti (Istituto della Resistenza di Parma)
Il video-saggio come remake: riflessioni a partire da La giungla
Nicola Dusi (Università di Modena e Reggio Emilia)
Teoria e pratica del video essay tra cinema e televisione
Damiano Garofalo (Università Cattolica di Milano), Piero Masciullo (Sapienza Università di Roma)
Televisione delle origini e critica cinematografica, 1954-1960 Per una genealogia della critica televisiva in Italia
Chiara Checcaglini (Università di Urbino)
Scrivere di tutto: audiovisivo e critica nei siti non specializzati
Roy Menarini (Università di Bologna)
La critica web e il blockbuster: gusti di un futuro passato
Alberto Brodesco (Università di Trento)
YouCritic. La video-recensione come fenomeno YouTube
Pomeriggio
Federico Giordano (Università Telematica San Raffaele)
Critica e civismo. Il caso del Circolo del cinema Zavattini di Reggio Calabria
Vincenzo Estremo (NABA), Francesco Federici (Università Iuav di Venezia)
Cinema e arte contemporanea: migrazioni critiche

6 Giugno

Mattino
Alberto Pezzotta (IULM)
Censori e recensori
Fabio Andreazza (Università di Chieti-Pescara)
Critica e pubblico: uno studio quantitativo sui film italiani (1945-1949)
Emiliano Morreale (Sapienza Università di Roma)
Archeologia del popolare. Il dibattito critico negli anni Sessanta italiani.